REFERENTENENTWURF ZUR CANNABIS LEGALISIERUNG IN DEUTSCHLAND

Il Progetto Di Legge Sulla Legalizzazione Della Cannabis In Germania Si Fa Strada

84 pagine e numerosi emendamenti in più: è disponibile il disegno di legge sulla “Legge sull’uso controllato della cannabis e sull’emendamento di altri regolamenti. Nella sua forma abbreviata, chiamata “CannG”, sta attualmente attraversando i ranghi dei politici esperti e dei gruppi parlamentari del Bundestag.

Tutto è verde. Se tutto il resto non fallirà, la Germania compirà un ulteriore passo avanti verso la legalizzazione della Marijuana. In aprile abbiamo riportato i dati principali alla base delle modifiche normative. Sotto i riflettori del documento: i Cannabis club. Senza di loro, una distribuzione non esisterebbe comunque. Denominati “Associazioni per la coltivazione” nella bozza di legge, sia la distribuzione che la coltivazione dovranno essere effettuate proprio attraverso questi soggetti. Gli adulti potranno ottenere 25 g al giorno e un massimo di 50 g al mese per il consumo personale.

IL LIBERO SCAMBIO RIMANE UNO SCENARIO FUTURO

Il commercio originariamente previsto, che doveva essere molto più liberale, avrebbe raggiunto i suoi limiti a livello europeo. Da qui l’idea dei club, conosciuti soprattutto in Spagna. Un secondo pilastro della liberalizzazione, previsto per l’autunno, prevede poi progetti pilota in comuni selezionati. Quindi il governo federale non vuole abbandonare del tutto l’idea che prima o poi ci sarà qualcosa di più di una “legalizzazione leggera”. Infatti, anche se l’UE si tiene fuori da tutto ciò che riguarda il consumo, ha più che una voce in capitolo per ciò che concerne il commercio. Quindi, se le regioni modello pianificate in Germania contribuiscono in modo comprovabile a controllare il mercato nero, questo potrebbe anche portare a un adeguamento dei regolamenti dell’UE.

“Die Welt” ha preso le regioni modello progettate dal Ministro della Salute Prof. Dr. Lauterbach e ha colto l’occasione per un sondaggio. Secondo quanto riportato, almeno 11 città tedesche sono interessate all’attuazione del progetto. In dettaglio, ciò significa che in questi comuni la Cannabis sarà venduta in negozi specializzati con supporto scientifico. Gli studi saranno poi la base per qualsiasi decisione in merito al libero commercio.

Pro Modellprojekt Anti Modellprojekt
Francoforte sul Meno Aquisgrana
Offenbach Essen
Monaco Eisenach
Brema Norimberga
Hannover Friburgo
Bonn
Tubinga
Lipsia
Schwerin
Wiesbaden
Darmstadt

La Germania come Paese modello per la legalizzazione della cannabis. Suona più che bene, ma non è così. Ci sono alcuni aspetti che sembrano già discutibili. Come ad esempio, il parere del Ministero dei Trasporti. Se il Ministro Federale dei Trasporti Volker Wissing (FDP) fa a modo suo, il minimo consumo di Cannabis renderà una persona inadatta a mettersi alla guida. Dato controverso alla luce degli innumerevoli studi che dimostrano che solo dopo aver superato un certo limite, si possono osservare dei deficit.

LIMITE DI THC – CONTENUTO DI PRINCIPIO ATTIVO REGOLAMENTATO

Ma atteniamoci a ciò che è attualmente scritto. Un dettaglio che non è ancora noto è il regolamento sul contenuto massimo di THC. Le piante coltivate ne possono contenere un livello massimo del 10%. È severamente vietata la miscela con tabacco, alcol e qualsiasi altro additivo.

CANNABIS, MA NON SENZA NORME RIGOROSE

Anche i requisiti per la gestione di un club sono severi. Oltre a un’ampia documentazione, sono previste severe misure di sicurezza. Le autorità potranno effettuare controlli in qualsiasi momento se c’è il minimo sospetto di irregolarità e potranno anche revocare le licenze in caso di minima infrazione. L’obbligo di segnalazione si baserà sulla quantità coltivata, sul contenuto di THC e CBD nonché sulla quantità scaduta. E gli elenchi dei soci, dovranno essere tenuti in modo meticoloso.

La coltivazione privata non è meno severa. Sono consentite al massimo tre piante in fiore all’anno, che non devono arrecare disturbo al vicinato o essere accessibili ad altri: Houston, avete un problema. Le violazioni possono comportare fino a tre anni di reclusione. Questo, a sua volta, può essere applicato anche al possesso di più di 25 grammi. La Cannabis non sarà più inclusa nella legge sugli stupefacenti.

Le sentenze esistenti saranno cancellate dal registro. A patto che non siano in regola con la nuova legge, naturalmente.

Cosa dobbiamo pensare di tutto questo? Ogni passo verso la legalizzazione è meglio che niente. Nell’UE, quasi tutti gli Stati hanno in qualche modo capito che trattare la Marijuana come una droga è del tutto ingiustificato. La legalizzazione è l’unica cosa al passo con i tempi. Soprattutto, giusta. Dopotutto, nemmeno i gatti sono trattati come i cani e la Cannabis è ormai più che notoriamente classificata come tutt’altro che una droga. E’, piuttosto, una pianta che ha preceduto di molto la nostra storia e la cui influenza sul nostro benessere è stata più volte dimostrata. La questione di fondo è che è arrivata da tempo in mezzo alla nostra società.

Allora perché, in particolare, gli Stati tedeschi guidati dalla CDU si oppongono con veemenza alla legalizzazione? Qualcuno ha sempre un motivo per farlo. L’argomentazione, d’altra parte, è purtroppo ormai quasi ridicola. Il Ministro della Salute della Baviera, Klaus Holetschek: “Non ci siano equivoci: non voglio una legge che sia più facile da attuare. Non voglio affatto la legalizzazione della Cannabis. Non abbiamo bisogno di un uso ricreativo legale della Cannabis, e quindi non abbiamo bisogno di Cannabis club”. Ok. Quindi, speriamo che non sia tutto solo un’illusione.

Finché il disegno di legge è in circolazione, i membri del Bundestag e dei gruppi parlamentari si trattengono dal rilasciare dichiarazioni. La situazione dovrebbe cambiare nella fase successiva, quando inizierà l’audizione con le associazioni. Dopodiché la bozza passerà al gabinetto federale, per poi essere discussa dal Bundestag.

Quindi, se i desideri di alcuni non si avverano, ma quelli di altri sì, potremmo comunque aspettarci una modifica della legge entro la fine dell’anno. E se ci rimanesse ancora un desiderio, solo per ipotesi, indovinate un po’ quale sarebbe:

LEGALIZZARE ORA!

% Fiori CBD Gorilla Glue
Tom Hemp's

Fiori CBD Gorilla Glue

Select Options Da 9,507,60
Fiori CBD Berlin Kush 36
Tom Hemp's

Fiori CBD Berlin Kush 36

Select Options Da 9,50
Fiori CBD Purple Berry
Tom Hemp's

Fiori CBD Purple Berry

Select Options Da 9,00

Photo: Alena A / Shutterstock

0
0
Aggiunto
Al carrello
whats app